Cosa sappiamo?

Secondo WebMD, il coronavirus è parte di una famiglia di differenti virus che possono causare la comune influenza negli esseri umani. Altre differenti varianti attaccano animali come pipistrelli, cammelli e bestiame. Alcuni esperti dicono che SARS-CoV-2 più probabilmente ha avuto origine nei pipistrelli. La stessa cosa succede con la sindrome respiratoria del Medio-Oriente. La SARS-Cov-2 si è trasmessa agli uomini nella provincia Cinese di Wuhan molto probabilmente in un mercato all’aperto dove gli animali venivano uccisi prima di essere venduti ai consumatori. Una volta che il virus si diffonde, esso velocemente si muove per infettare la popolazione mondiale. Inoltre è anche risaputo che sette differenti varianti di coronavirus possono infettare gli uomini, come è successo con la SARS che è emersa nel sud della Cina nel 2002. Questo virus si diffonde in 28 paesi e circa 8 miloni di persone sono state infettate e circa 774 mila persone sono morte dopo l’infezione. Un’altra è stata la MERS che sorse in Arabia Saudita nel 2012 e ha ucciso 858 mila persone.

Le 7 differenti varianti che influenzano gli umani sono quelle seguenti: 229E (1965) che venne scoperta ai primi degli anni 1960. Quei ricercatori stavano cercando di identificare il virus per la comune influenza. Questo processo continuò e nel 1968 e il termine Coronavirus fu per primo usato quando venne scoperta da un microscopio elettronico la superficie simile ad una corona che identifica il virus. Le altre scoperte sono la OC43 (1967), la HKU1 (2005), la NL63 (2004), la SARS-CoV-1 (2003), la MERS-CoV( 2012) o la più conosciuta COVID19 (2019).

Secondo gli ultimi aggiornamenti del 15 Dicembre 2021, le autorità hanno registrato 223 paesi e territori infettati in tutto il mondo. In questi territori circa 271,60 miloni di casi di Covid-19 e 5,3 milioni di persone sono morte dall’inizio della pandemia in Cina dal Dicembre 2019. Il conteggio degli Stati Uniti e della popolazione mondiale afferma che 7, 809.519.478 di persone vivono nel mondo oggi. Secondo le Nazioni Unite, il numero di morti a livello mondiale nel 2015 fu di 55,82 milioni. Nel 2016, la media dei decessi era di 7.579, con una crescita media di -0,310%.

La media era 7.570 nel 2017, con una crescita media del – 0,320%. La media dei morti nel 2018 era 7.546, con una crescita media del -0,320%. Nel 2019, la media dei morti era 7.579, con una crescita media di 0,440%. La media nel 2020 era di 7.612, con una crescita di 0,440%. Ad oggi, 15 Dicembre 2021, 56,228.966 milioni di persone sono morte nel mondo. Essa rappresenta una media di decessi di 7.645 con una crescita media del 0.430%. La media di crescita della popolazione nei prossimi anni sarà: 2015 1.16%, 2016 1.14%, 2017 1.12%, 2018 1.10%, 2019 1.08%, 2020 1.05%, e 2021 1.03%.

Questi numeri dicono che nel 2020 ci sono state 59,23 milioni di persone che sono morte. Nel 2021, i numeri sono 56, 228,966, un totale di 115,458.966 morti nel mondo durante la pandemia. Capendo che i numeri sono medie, guardiamo alla morte e ai fattori di crescita. Supponiamo di fare i conti per realizzare un aumento di circa l’8% di popolazione dal 2015 al 2021. Gli stessi report delle Nazioni Unite indicano che nel corso della pandemia dal 2020 al 2021, il numero di persone che stanno morendo di COVID-19 è stato di 5,325.637 dal 15 Dicembre 2021. Esso rappresenta il 4.61257 % dei morti dello stesso periodo (due anni). Se consideriamo che il numero è per due anni, possiamo stimare che nel 2020 e 2021, il 2,3% della popolazione è morta di COVID ciascun anno confrontata con il totale dei morti nello stesso anno.

L’OMS indica che le cause principali di morte sono: ischemia cardiaca che rappresenta l’8,8%, l’infarto 6,2%, infezioni delle basse vie respiratorie 3,2%, malattia cronica ostruttiva polmonare 3,2%, cancro ai polmoni 1,7%, diabete 1,6%, demenza, incluso l’Alzheimer 1,5%, diarrea 1,4%, tubercolosi, 1,4%, incidenti stradali/del traffico 1,3%. Considerando questa informazione, capiamo che il COVID-19 è una percentuale più bassa rispetto alle infezioni respiratorie (3,2%) e della malattia ostruttiva cronica polmonare (3,2%).

Perché il mondo risponde al COVID?

Dopo la scoperta del COVID-19 nel 2020, il mondo è entrato nel panico per i differenti resoconti dell’OMS che indicano la terribile infenzione che sta invadendo e si sta diffondendo in tutto il mondo. I governi bloccano il traffico, molti chiudono i loro confini. In altri governi, le persone sono invitate a rimanere a casa, una restrizione totale delle libertà degli individui è stata stabilita in tutto il mondo. E ogni volta, c’è stata una nuova variante, nuove restrizioni come vediamo oggi in molte parti di Europa, sanzioni saranno imposte a coloro che non sono vaccinati. Il problema che constato non è che il governo mondiale abbia un interesse per il Covid-19 e sui modi per fermare la malattia. Tutte le vite sono essenziali da salvare, non importa quale sia la malattia dell’individuo.

L’altro problema è la politica implicata e la falsa pressione che il governo trasmette ai suoi cittadini per causare panico e rafforzare nuove regolamentazioni e leggi. Non ha alcun impatto o minimo sulla diffusione del virus e crea un falso senso di sicurezza che può generare più casi. Una delle esecuzioni che non comprendo è usare una mascherina. La semplice mascherina chirurgica protegge i dottori dagli schizzi che possono toccare la bocca con fluidi corporei. Essa previene il personale medico dal toccare le loro bocche e nasi. Ancora, essa non è predisposta per proteggere la persona che la usa per inalare particelle che possono causare una infezione poiché le microfibre della mascherina causano malattie cardiorespiratorie. Così il governo ci forza a usare una maschera per proteggerci dal COVID che ha un 2,3% delle morti totali ma che può causare alle persone un problema cardiovascolare che causano l’8,8% delle morti nel mondo. Questa informazione proviene dall’Istituto Nazionale della Sanità degli Stati Uniti.

Consideriamo che la maschera sta proteggendo dal virus. Quante persone la usano appropriatamente, cambiandola come è richiesto e usandole senza toccarsi, rispettando i protocolli della salute? Da quello che ho visto non sono in molti. Anche in questo caso, il virus che misura soltanto 100nm è più piccolo di quello della maggior parte dei dispositivi di filtrazione utilizzati, per cui è inefficace. I militari Americani e la maggior parte dei militari del mondo che affrontano i virus e le armi di distruzione di massa WMD usano strumenti che proteggono l’utilizzatore e i governi del mondo dicono che questi due strumenti sono gli stessi.

Un altra cosa che i governi stanno facendo è separare le famiglie. Se qualcuno prende il COVID e muore, i familiari non possono vederlo e offrire il loro rispetto alla persona per paura delle infezioni. Anche questa è una contraddizione secondo l’OMS nella guida del 24 Marzo sulla sepoltura delle vittime del Covid-19 che afferma che “i corpi dei morti non sono generalmente infette!”

Il denaro fatto con il Covid-19

Secondo i reports pubblici disponibili come quello in Market Watch ci dicono nel loro articolo del Novembre 2021 che Pfizer e Moderna fanno vendite di 17,2 bilioni per le entrate dei vaccini. Alla fine del 2021 ci si aspetta un incremento di 18 bilioni. E’ lo stesso per altri prodotti, così l’importanza dei boosters e il bisogno di più e più vaccini sono un business che dà un sacco di motivazione a crearne altri. All’inizio, i governi di tutto il mondo, con grande fiducia dicevano al pubblico che una volta applicato il vaccino alla popolazione, il virus sarebbe stato eliminato, poi venne una variante ed è stato necessario il booster (richiamo). Si parla di booster ogni tanti mesi per la protezione da un virus che non è stata uccisa più gente dell’aspettativa media di morti in un anno nel mondo.

Conclusione

Il Covid-19 è reale, e la popolazione sta morendo per l’infezione del virus. Tutte le vite perse a causa di questa infezione sono essenziali. Le famiglie hanno una reale sofferenza. Le imprese hanno chiuso a causa delle imposizioni dei governi in tutto il mondo, i mezzi di sussistenza della gente sono stati distrutti e la malattia mentale si è accresciuta a causa di queste restrizioni imposte. E’ cruciale comprendere come proteggersi gli uni gli altri dal contattare il virus, distanziandosi e lavandosi le mani, e in qualsiasi altro modo per essere protetti. Abbiamo anche compreso che i cittadini dei nostri rispettivi paesi hanno una responsabilità civile a chiedere conto ai governi delle spiegazioni dei loro atti. I governi mondiali sono gli amministratori della nostra fiducia e il denaro pagato con le tasse per proteggere noi e il modo in cui viviamo e non che ci impongano regole che distruggano le nostre vite.

Come cittadino informato, proteggi te stesso, ma più di tutto, continua a vivere se comprendi che c’è una una lieve possibilità nel prendere le giuste precauzioni per essere sicuri in uno spettro esteso. Comprendi inoltre che prendere il Covid non è una sentenza di morte. Nella maggioranza dei casi, le persone si riprendono e hanno una vita normale. Ci sono approsimativamente 272,585,363 probabilità che il virus ti abbia infettato e di queste 5,348, 475 persone hanno perso la loro vita (Capire che non è annotato in alcun record se muoiono di Covid o con il Covid così questa distinzione indicherà che molti muoiono a causa delle loro precedenti malattie e che il Covid ha ridotto la morte effettiva del solo virus).

Ammiraglio Ariel Zavala Zepeda